REMIX 2018: Focus sulla sostenibilitàIn occasione dell’ultima Fashion Week milanese, è andata in scena la 15a edizione di Remix, la competizione internazionale dedicata ai talenti del fur design

Giu 11, 2018
Posted in: , Eventi
Ormai appuntamento imprescindibile della Fashion Week milanese, la competizione internazionale dedicata ai talenti del fashion e fur design organizzata dell’International Fur Federation (IFF) con il supporto di Vogue Talents è giunta quest'anno alla sua 15a edizione. Nella scenografica cornice di Palazzo Barozzi in via Vivaio a Milano sono state esposte le creazioni di 10 finalisti, scelte tra oltre 100 application arrivate da ogni angolo del mondo. Una giuria d’eccezione presieduta da Sara Sozzani Maino e con  jury guest Arthur Arbesser ha valutato i finalisti, scelti con un lungo percorso e con criteri che quest’anno hanno messo in primo piano la sostenibilità, come l’utilizzo di materiali riciclati, tinture atossiche ed eco-friendly e la tracciabilità della pelliccia. La premiazione, svoltasi domenica 25 febbraio scorso, ha visto la stilista giapponese Chunchen Liu aggiudicarsi sia il Gold Award che il Saga Award,  grazie alle sue innovative creazioni che ricreano la trama delle rocce e la poesia delle montagne innevate. É stata Siyang Meng, invece, a conquistare il REMIX Silver prize grazie alle sue pellicce ispirate alle rocce naturali e al corallo. Abigail Wirth, Ungheria, si è invece aggiudicata il Bronze award grazie a tre capi-manifesto contro la falsa realtà dei social media, utilizzando pelliccia rinnovabile e riutilizzabile. Come ha dichiarato Mark Oaten, CEO di IFF: “Ogni anno, il livello si alza sempre di più. Noi che seguiamo il percorso di ciascuno dei partecipanti, dalla stesura dei primi bozzetti fino al completamento dei capi fisici, non smettiamo mai di sorprenderci di quanto questi giovani talenti possano essere innovativi, versatili e moderni.  La pelliccia è uno dei materiali più sostenibili, eco-compatibili e naturali esistenti e noi - con REMIX - siamo lieti di dare la possibilità a questi talenti di esplorare anche questo campo e di aggiungere un tassello che sarà sicuramente importante nella loro carriera futura”. Dal 2004 a oggi Remix ha dato l’opportunità a oltre 1000 studenti di 25 Paesi di entrare a far parte dei team delle più importanti maison di moda: da Nicolas Martin Garcia, che fa parte del design team di Roberto Cavalli, a Roderick Buijs, che lavora da Louis Vuitton, fino ad Astrid Anderson, che sfila a Londra, fino a Edda Gimnes, i cui look sono sfoggiati anche da celebrity come Gigi Hadid e Lady Gaga.
Potrebbe interessarti anche
Pelliccia trompe-l’oeil

Pelliccia trompe-l’oeil

Di scena lo scorso luglio a Palais Brongniart, Fendi Couture esplode il concetto di pelliccia e applica a materiali preziosi tecniche all’avanguardia, con incursioni nel movimento del Cubismo Orfico, nato nel 1910 in Francia e precursore del futurismo

La moda si racconta

La moda si racconta

La storia di trent’anni del nostro Paese narrata attraverso l’epopea del Made in Italy: è questa la proposta della mostra inaugurata a Palazzo Reale durante la scorsa Milano Fashion Week e che si chiude in questi giorni.
E’ un doveroso omaggio a un periodo formidabile nel quale una generazione di stilisti, industriali, designer, artisti, architetti e intellettuali ha definito l’immagine dell’Italia nel mondo e l’ha inserita nelle rotte della cultura internazionale